Agenzia per l’energia, Modena incorpora Bologna

comune di Modena logoFusione di area vasta tra l’Aess e la bolognese Cisa. Lo ha annunciato l’assessore Guerzoni rispondendo in Consiglio comunale a un’interrogazione di Simona Arletti

MODENA – “L’Aess, l’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile di Modena, è in crescita. Con la fusione per incorporazione di Cisa, l’agenzia energetica della montagna bolognese, formalizzata mercoledì 4 maggio, ha acquisito infatti una dimensione interprovinciale che le consentirà di ampliare le azioni per un uso sempre più efficace delle risorse energetiche a servizio di enti pubblici, imprese, operatori economici e sociali”. Lo ha annunciato l’assessore all’Ambiente del Comune di Modena Giulio Guerzoni rispondendo ieri, giovedì 5 maggio, in Consiglio comunale all’interrogazione proposta da Simona Arletti (Pd) sul futuro dell’Agenza per l’energia. La consigliera ha chiesto se si ritiene che Aess sia ancora un partner strategico per le politiche energetiche del Comune di Modena e quali sono le principali iniziative e progetti europei ai quali Aess sta lavorando.

Guerzoni, che è anche presidente del consiglio d’amministrazione di Aess, ha riassunto i compiti e gli obiettivi dell’Agenzia che opera in tutto il territorio nazionale, in cooperazione con altre agenzie nella Comunità europea, affiancando enti pubblici e di diritto privato, imprese, operatori economici e sociali nelle gare, negli interventi per razionalizzare e rendere più efficiente l’uso delle risorse energetiche, anche attraverso il risparmio energetico. Offre inoltre consulenze sull’utilizzo di fonti rinnovabili, sulla riduzione di emissioni di gas climalteranti, sulla promozione del trasporto collettivo e svolge azioni di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sullo sviluppo sostenibile. Aess, fondata nel 1999 su iniziativa del Comune e della Provincia di Modena, con il supporto del programma della Commissione europea Save II, opera sulla base della normativa nazionale e comunitaria per l’efficienza energetica e la diffusione delle fonti rinnovabili e contribuisce all’attuazione delle previsioni della strategia energetica nazionale. È anche Società di servizi energetici (Esco) accreditata presso il Gestore dei Servizi Energetici (Gse). Recentemente riconosciuta dalla Regione Emilia Romagna come Centro per l’innovazione, è dal 2013 agenzia regionale per la certificazione CasaClima.

Con la fusione Aess, che nel 2015 ha fatturato oltre un milione di euro e attualmente è composta da 31 soci, di cui 29 ordinari e 2 fondatori, principalmente enti e Comuni della Provincia di Modena e un Comune reggiano, incorpora con Cisa 18 nuovi soci, tutti Comuni ed enti della Provincia di Bologna e in particolare la Città metropolitana di Bologna in qualità di nuovo socio fondatore. Nel nuovo assetto viene aggiunto un componente al Consiglio di amministrazione, il cui presidente rimane Giulio Guerzoni, attualmente composto da cinque membri, in rappresentanza della Città metropolitana di Bologna. Nessun consigliere percepirà compensi. Lo staff di Aess è attualmente composto da 11 dipendenti a tempo indeterminato e due collaboratori a partita Iva; con la fusione verrà acquisito un nuovo dipendente a tempo indeterminato part time.

Nella replica Simona Arletti si è dichiarata “particolarmente soddisfatta per il fatto che l’unificazione di Aess con Bologna non comporti perdita di know how per il nostro territorio. In Aess operano infatti giovani ingegneri molto competenti e l’attività accumulata negli anni, e che prosegue, è importante sia per qualità che per numeri”.