A Modena torna la Fiera “Ricomincio da me”

Ricomincio da meSabato 13 e domenica 14 febbraio, al Foro Boario, oltre settanta appuntamenti dedicati a chi è in cerca di lavoro, vuole cambiarlo, ha un’idea di impresa da realizzare

MODENA – È dedicata a chi è alla ricerca di un lavoro, a chi vuole cambiarlo o ha la necessità di reinventarsi, a chi ha un’idea di impresa e vuole capire come concretizzarla “Ricomincio da me”, la Fiera del lavoro e della opportunità che si svolgerà sabato 13 e domenica 14 febbraio al Foro Boario di Modena.

Giunta alla 4ª edizione, la Fiera, che è promossa dall’associazione Viceversa in collaborazione con il Comune di Modena e con il patrocinio dell’Università di Modena e Reggio Emilia, propone un calendario formativo di settanta eventi, tra seminari, workshop e testimonianze, con ingresso e partecipazione gratuiti, oltre ai classici stand espositivi (informazioni: www.viceversa-go.it).

La parola chiave dell’edizione 2016 sarà “condivisione” declinata sotto diverse forme di economia collaborativa: “Questo tipo di economia – spiegano le organizzatrici della Fiera – sta trasformando interi settori, come il trasporto, il turismo, l’educazione e rappresenta un modello nuovo che può diventare un’opportunità per start-up, aziende, imprese innovative, imprenditori e anche amministrazioni pubbliche”.

Sabato 13 febbraio la Fiera si aprirà alle 9.30 con il saluto dell’assessora al Lavoro e Formazione professionale del Comune di Modena Ingrid Caporioni dopo il quale cominceranno i seminari e i workshop gratuiti. Nello Speech corner (Idee e storie di successo) troveranno spazio start up innovative del territorio, imprese, testimonianze di imprenditori e professionisti. Nelle sale seminari ci saranno incontri di orientamento all’autoimprenditorialità e al lavoro autonomo, tenuti da docenti, professionisti di diversi settori che offriranno strumenti utilizzabili da subito, e seminari in cui per la ricerca attiva del lavoro, le nuove competenze più ricercate dalle grandi aziende e tanto altro. Nella sala workshop, infine, incontri di crescita personale e professionale della durata di un’ora e mezza.

In collaborazione con la Bocconi di Milano, l’Università di Modena e Reggio e l’Azienda regionale per il diritto allo studio è la tavola rotonda, in programma sabato 13 alle 10, dal titolo “Dal crowfunding al coworking: l’economia collaborativa a Modena” alla quale interverranno Massimo Amato e Luca Fantacci, economisti entrambi esperti di storia della moneta e docenti della Bocconi di Milano; Carlo Boccazzi Varotto, promotore di Torino Crowfunding e ideatore di Fabermeeting uno dei più importanti eventi dedicati all’incontro tra giovani attivi nei campi del digitale e imprese; partecipano rappresentanti di Lapam, Cna, Confcommercio, la sindaca di Formigine Maria Costi, e Mirella Guicciardi, coordinatrice della Cpo del Comitato unico delle professioni.

Novità di quest’anno sono gli incontri sul tema dell’autoimprenditorialità e dell’educazione finanziaria pensati per gli studenti del quarto e quinto anno degli istituti tecnici e professionali di Modena che si svolgeranno nella mattinata di sabato alla sala Leonelli della Camera di commercio. I seminari saranno condotti da esperti di Confindustria Modena, Fondazione Golinelli, Unicredit e Università di Modena e Reggio Emilia.

E un’attenzione particolare è dedicata alle start up con due contest, curati dalla Fondazione Democenter, durante i quali, in cinque minuti, potranno presentarsi alle aziende. Sono previsti infine colloqui informativi, anche individuali, sulle opportunità di accesso alle professioni a cura della Commissione pari opportunità del Cup provinciale.