Studenti in scena con l'”Avventura” di Odisseo e “Il Mago di Oz”

ferraraDa lunedì 7 a venerdì 11 con studenti della Tasso e giovedì 24 maggio con alunni della Poledrelli al CTU (via Savonarola 19)

FERRARA – Sono stati presentati mercoledì 2 maggio 2018 nella residenza municipale di Ferrara, i progetti di teatro e scuola “Sguardi Diversi” (realizzato con la scuola secondaria Torquato Tasso mettendo in scena lo spettacolo “Voci e suoni da un’avventura leggendaria” basato sulle vicende di Odisseo e compagni all’isola dei Ciclopi) e “Fuori dai Margini” (realizzato con la scuola primaria Poledrelli mettendo in scena “Il Mago di Oz”).

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti gli assessori comunali alla cultura Massimo Maisto e alla Pubblica istruzione Cristina Corazzari, il direttore e regista di Balamòs Teatro Michalis Traitsis, la dirigente dell’Istituto scolastico Govoni di Ferrara Anna Bazzanini, il docente universitario Giuseppe Lipani in rappresentanza del Centro Teatro Universitario, Barbara Rossi per Promeco.

LA SCHEDA di “Sguardi Diversi” (a cura degli organizzatori) – Con due eventi distinti si conclude il progetto teatrale “Sguardi Diversi” 2017-2018, promosso dall’Osservatorio Adolescenti del Servizio Giovani del Comune di Ferrara in collaborazione con l’Ufficio Alunni Stranieri dell’Istituzione Servizi Educativi, Scolastici e per le Famiglie del Comune di Ferrara. Il percorso ha coinvolto gli al di fuori dell’orario curricolare alunni della scuola secondaria “Torquato Tasso” ed è stato condotto da Michalis Traitsis, regista e pedagogo teatrale di Balamòs Teatro.

Il primo evento del progetto è stato realizzato mercoledì 28 marzo 2018, alla Casa di reclusione femminile di Giudecca, in occasione della 56a Giornata Mondiale del Teatro (International Theatre Institute, Unesco) e della 5a Giornata nazionale di teatro in carcere (Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria) e nell’ambito del progetto teatrale “Passi Sospesi” di Balamòs Teatro che ha organizzato un’iniziativa sul teatro in carcere con la presentazione dello spettacolo di Teatro Ragazzi “Voci e suoni da un’avventura leggendaria” da parte degli alunni delle II classi medie delle scuole secondarie di primo grado “T. Tasso” di Ferrara: Ibtihal Hendaly, Cristina Mihaela Leon, Samuele Menegatti, Fiammetta Randazzo, Francesco Rossi, Sara Veizi e le donne detenute della Casa di reclusione femminile di Giudecca: Nawal Boulahnane, Cristina Buiatti, Aurora Ciorney, Ana Victoria Lacatus, Samira Miloradovic, Barbara Mimoù. Un’opportunità di incontro tra la scuola e il carcere che si sono confrontati attraverso il teatro in una straordinaria occasione di formazione teatrale e umana.

Il secondo evento del progetto avrà inizio lunedì 7 maggio alle 17 al Centro Teatro Universitario di Ferrara con una prova aperta dello spettacolo teatrale “Voci e suoni da un’avventura leggendaria” e in seguito lo spettacolo sarà presentato:
martedì 8 maggio alle 10 per la scuola secondaria “T. Tasso” di Ferrara,
mercoledì 9 maggio alle 10 per alcune classi delle scuole medie di Poggio Renatico e Smiling di Ferrara,
giovedì 10 maggio alle 10 per alcune classi delle scuole medie di Poggio Renatico, Mirabello e Smiling di Ferrara,
venerdì 11 maggio alle 10, per alcune classi delle scuole medie di Vigarano Mainarda e Dante Alighieri di Ferrara,
sabato 12 maggio alle 18 per i familiari e pubblico adulto, previa prenotazione.
Mercoledì 9, giovedì 10 e venerdì 11 maggio, alle 10, le repliche concluderanno la stagione di ‘Teatro ragazzi’ 2017-2018 del Teatro Comunale di Ferrara sempre nella sede del Centro Teatro Universitario di Ferrara (via Savonarola 19, ingresso riservato).
“Voci e suoni da un’avventura leggendaria” è diretto da Michalis Traitsis con le musiche dal vivo di Martina Monti e il disegno luci di Cristina Iasiello. Lo spettacolo è tratto dall’incredibile avventura di Odisseo e i suoi compagni all’isola dei Ciclopi. Eroiche avventure, miti e leggende senza tempo raccontate con leggerezza e ironia dagli allievi del laboratorio teatrale “Sguardi Diversi” delle I classi della scuola secondaria “Torquato Tasso” di Ferrara: Filippo Baggiani, Virginia Balboni, Ruben Bernacchia, Niccolò Bertacchini, Cristina Brudari, Mehàk Chikàra, Alessio Faggioli, Giulia Fontana, Stefano Marraffa, Loriana Miloti, Mael Morelli, Beatrice Pesci, Iyad Rassàs, Filippo Endrigo Rizzo, Andry Vizcaino Ubiera, Clark Vergara.
Il progetto di pedagogia teatrale di Balamòs Teatro attuato alla scuola secondaria “Torquato Tasso” di Ferrara a partire dall’anno scolastico 2013-2014, nonostante tutte le difficoltà che affronta il mondo della scuola oggi, rappresenta un’ottima opportunità di formazione attraverso le pratiche di laboratorio teatrale per le giovani generazioni.
L’anima della proposta è il desiderio di stare insieme, di raccontarsi più che mostrarsi, di mettersi alla prova, di navigare insieme per scoprirsi e scoprire altri orizzonti possibili, di affrontare insieme paure, giudizi, conflitti.

Con una metodologia che tende, attraverso stimoli precisi, a rendere ciascuno protagonista del proprio percorso, dei propri personaggi e delle proprie interpretazioni. Con il regista che si propone come pedagogo teatrale, accompagnatore, facilitatore, disponibile a navigare con i ragazzi tra i moti calmi e ondosi del lavoro teatrale, tra scoperte e frustrazioni, tra le bonacce e tempeste della crescita.

LA SCHEDA di “Fuori dai Margini” (a cura degli organizzatori) – Arriva alla conclusione il progetto teatrale “Fuori dai Margini” che è stato realizzato in orario scolastico con gli alunni delle quarte, della scuola primaria Poledrelli di Ferrara. Il progetto è stato finanziato dall’Istituzione Servizi Educativi, scolastici e per le famiglie, Unità organizzativa Politiche familiari e integrazione scolastica, ufficio alunni stranieri del Comune di Ferrara, ed è stato condotto da Michalis Traitsis, regista e pedagogo teatrale di Balamòs Teatro.
Ha avuto inizio nel dicembre del 2017 e si concluderà giovedì 24 maggio 2018, alle 15.30 (ingresso su prenotazione) al Centro Teatro Universitario di Ferrara (via Savonarola 19) con uno spettacolo teatrale dal titolo “Il Mago di Oz”.
L’obiettivo del progetto teatrale “Fuori dai Margini” è stato quello di lavorare con il gruppo classe, per comprenderne le dinamiche e attraverso la pratica teatrale, agire su di esse fornendo agli stessi partecipanti gli strumenti per trasformare le conflittualità, per sviluppare empatia e sensibilità verso ciascuno dei compagni, per conoscere e valorizzare le risorse e le specificità culturali e linguistiche di ognuno, attraverso il racconto di sé e l’ascolto di quello altrui, la costruzione dei personaggi che implicano sempre il mettersi nei panni di un altro da sé. Il laboratorio teatrale si è sviluppato come una sorta di viaggio che parte da sé, per approdare alla costruzione di un noi e ritornare a sé, con l’arricchimento dell’incontro e di punti di vista differenti.
La dimostrazione del lavoro finale con lo spettacolo “Il Mago di Oz” prende spunto dalla storia de “Il meraviglioso mondo del Mago di Oz” di L. Frank Baum, che si presta sia a un lavoro interdisciplinare, sia a uno sviluppo teatrale fondato sulla coralità. Attraversare la storia del Mago di Oz, diviene occasione per confrontarsi su tematiche quali la scomparsa delle certezze, dei valori, il mito dell’altrove e quello del partire quanto di tornare, il viaggio come metafora di crescita. Saranno proprio le differenze, anche fisiche, dei personaggi della storia che si riveleranno, lungo la strada, fondamentali per superare ostacoli, paure, difficoltà, aggressioni, ritrovando, di volta in volta, la gioia per continuare ad andare, proprio grazie alla collaborazione e all’amicizia.
Lo spettacolo è diretto da Michalis Traitsis – Balamòs Teatro, disegno luci di Cristina Iasiello. In scena, Ketelina Ampava, Rim Bellacheb, Nicolas Benchea, Sara Bini, Giulia Boldrini, Valeria Caunova, Matteo Cavallina, David Cerlinca, Matei Cerlinca, Anna Curci, Vladyslav Dmyshko, Odai Ennakhli, Luca Errani, Yann Guemne, Roman Ivanciul, Monique Mutambala, Fabian Nisipeanu, Letizia Njamen, Matilde Riello, Octavian Sava.

Per info: associazione culturale Balamòs Teatro, cell. 328 8120452, mail info@balamosteatro.org, sito web www.balamosteatro.org.