650mila euro per rendere più sicuri i solai delle scuole cesenati

comune-cesenaCESENA – Seicentocinquantamila euro per rendere più sicure le scuole di Cesena.

E’ questa la somma stanziata per un programma di interventi di antisfondellamento, cioè interventi volti a impedire il distacco dei ‘fondelli’ dei solai e la conseguente caduta di laterizi e intonaco, di cui l’Amministrazione comunale ha appena approvato il progetto definitivo.

“Questo programma di lavoro – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici Maura Miserocchi – prende le mosse da una serie di verifiche condotte sui solai dei nostri edifici scolastici grazie a un finanziamento ottenuto dal Ministero della Pubblica Istruzione. Nel corso delle indagini sono state eseguite anche le prove di carico e sulla base dei risultati ottenuti sono state individuate alcune situazioni che avrebbero potuto evolvere in modo preoccupante.

Per i casi più urgenti sono già in corso lavori di ripristino degli intonaci e dei controsoffitti. Ora ci prepariamo a mettere mano a un altro gruppo di scuole, per eliminare qualsiasi possibilità di rischio. L’elenco comprende una ventina di edifici, fra asili nido, scuole per l’infanzia, scuole primarie e secondarie”.

Nel dettaglio, il programma di intervento interessa le scuole dell’infanzia Carducci, Porta Fiume, S. Egidio, Torre del Moro, Ponte Pietra, Saiano, Case Missiroli, Osservanza, Fiorita, Ronta, Pievesestina; gli asili nido Vigne Centro Sociale, Vigne Parco, il Prato; le scuole primarie di Case Finali, delle Vigne e di Ponte Pietra, la scuola secondaria ‘Anna Frank’ di S. Egidio e il complesso scolastico Saffi – S. Domenico.

Il progetto approvato prevede per ognuna di esse interventi articolati, sulla base delle situazioni esistenti: in alcuni casi saranno realizzate opere di ricostruzione mirate su piccole porzioni degradate, in altre situazioni più compromesse sarà completamente rimosso l’intonaco nei locali, con la successiva applicazione di una rete metallica ai travetti ed alle strutture perimetrali, in altri casi ancora sarà realizzato un controsoffitto “antisfondellamento” costituito da profili di acciaio zincato. Naturalmente, i lavori prevedono anche il ripristino completo del controsoffitto e dell’intonaco, la ricollocazione di tutti i lampadari, ventilatori, ecc. e, quando necessario, la ritinteggiatura dei locali.