4 aprile: concerto festival Crossroads a Parma – modifica programma

 Pianeti AffiniPARMA – A causa di problemi di salute non prevedibili sopraggiunti all’ultimo momento, il trombettista Tomasz Stanko ha annullato l’intera sua tournée europea. Di conseguenza viene cancellata anche la sua partecipazione al festival Crossroads prevista per mercoledì 4 aprile alle ore 21.30 al WoPa Temporary di Parma. La tappa parmense di Crossroads si svolgerà comunque: al posto di Stanko è stato invitato Giovanni Falzone, un altro trombettista dalla spiccata personalità, che si esibirà col suo quintetto “Pianeti Affini” (Filippo Vignato al trombone, Fausto Beccalossi alla fisarmonica, Giulio Corini al contrabbasso e Alessandro Rossi alla batteria). Il concerto è realizzato in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Parma e Ars Canto G. Verdi di Parma. Biglietti: intero euro 15, ridotto 12.

L’esibizione di Falzone sarà preceduta dalle degustazioni a cura di Chef to Chef (dalle ore 18.30), affidate alla fantasia dello chef Fabrizio Mantovani per il buffet e al vigneron Gianmaria Cunial (Vigna Cunial) per la selezione di vini.

Trombettista estroso e dal talento solistico appariscente, Giovanni Falzone oltre a essere uno dei protagonisti del jazz italiano ed europeo vanta una lunga esperienza anche nel mondo della musica classica. Si avvicina alla tromba all’età di diciassette anni presso la scuola di musica della banda di Aragona, la sua città natale, per poi diplomarsi al Conservatorio “Vincenzo Bellini” di Palermo e anche al corso di jazz del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano.

Dal 1996 al 2004 collabora stabilmente con l’Orchestra Sinfonica di Milano, suonando sotto la direzione di Giuseppe Sinopoli, Claudio Abbado, Carlo Maria Giulini, Riccardo Chailly, Luciano Berio, Vladimir Jurowskij, Valerij Gergiev…

Nel 2004 lascia l’orchestra milanese per dedicarsi esclusivamente al jazz e alla composizione. Già quello stesso anno si aggiudica il Django d’Or e il Top Jazz 2004 del mensile Musica Jazz come miglior nuovo talento del jazz italiano. Vince due altri Top Jazz nel 2011, questa volta come miglior strumentista (nella categoria ottoni) e per il miglior disco dell’anno (Around Ornette).

Dopo una serie di dischi che hanno lasciato una traccia profonda nel jazz nazionale (oltre al già citato Around Ornette ricordiamo anche Around Jimi del 2010), nel 2017 Falzone ha pubblicato su etichetta Cam Jazz Pianeti affini, che raggruppa e sviluppa una serie di composizioni in forma di suite attorno a un tema che da sempre affascina il trombettista siciliano: l’equilibrio perfetto tra i pianeti nell’immensità dell’universo.

Concerto di mercoledì 4 aprile

Parma, WoPa Temporary, ore 21.30

“Trumpet Legacy”

Il sapore del suono, la musica del gusto

GIOVANNI FALZONE QUINTET

“Pianeti affini”

Giovanni Falzone – tromba;

Filippo Vignato – trombone; Fausto Beccalossi – fisarmonica;

Giulio Corini – contrabbasso; Alessandro Rossi – batteria

degustazione a cura di Chef to Chef dalle ore 18:30

Chef: Fabrizio Mantovani – Vigneron: Gianmaria Cunial

Parma Città Creativa UNESCO della Gastronomia

Informazioni

Jazz Network, tel. 0544 405666, fax 0544 405656,

e-mail: ejn@ejn.it, website: www.crossroads-it.org – www.erjn.it – www.jazznetwork.it

Indirizzi e Prevendite:

WoPa Temporary, Via Catania 4. Biglietteria serale dalle ore 19.

Informazioni e prenotazioni: tel. 0544 405666 (lun-ven ore 9-13), ejn@ejn.it.

Prevendita on-line: www.diyticket.it, www.crossroads-it.org

Ufficio Stampa

Daniele Cecchini

Direzione Artistica

Sandra Costantini