2°Cinevasioni: Premio alla Carriera a Carlo Delle Piane, 11 ottobre carcere della Dozza di Bologna

Chi salverà le rose di Cesare Furesi con Carlo Delle Piane e Lando Buzzanca. La pelle dell’orso di Marco Segato

Carlo Delle Piane-rosa- Chi salverà le rose(1)BOLOGNA – Protagonista della terza giornata del festival di cinema in carcere, uno dei più grandi e longevi attori italiani, Carlo Delle Piane, che sarà omaggiato con il Premio alla Carriera.

Con 104 film all’attivo, Carlo Delle Piane ha attraversato la storia del cinema italiano, lavorando con tutti i più grandi, da Totò a Eduardo De Filippo, da Aldo Fabrizi a Vittorio Gassman, da Roman Polanski a Mario Monicelli, fino a diventare, per qualche anno, l’attore feticcio di Pupi Avati.

E la cerimonia di premiazione, a cui avrebbe dovuto partecipare lo stesso Avati, si aprirà proprio con un suo messaggio di auguri e complimenti all’attore romano.

Le proiezioni della terza giornata, si aprono alle 9.30 con Chi salverà le rose? di Cesare Furesi, una delicata storia d’amore tra due uomini anziani, interpretati da Carlo Delle Piane e Lando Buzzanca.

Chi Salverà le roseIl film è un singolare spin-off di Regalo di Natale, di Pupi Avati, dove Delle Piane interpretava l’avvocato Santelia.

Ad accompagnare il film, che sarà presentato al pubblico da Luisa Ceretto (SNCCI – gruppo Emilia Romagna / Marche), ci saranno il regista, il produttore Giulio Cesare Senatore e Carlo Delle Piane che alla termine della proiezione riceverà la Farfalla di Ferro, premio alla carriera. Per lo stesso riconoscimento nella prima edizione era stata scelta Claudia Cardinale.

Alle 12.30 incontro stampa con gli autori del giorno, nella sala riunioni del carcere.

Saranno presenti: per Chi salverà le rose Cesare Furesi, Carlo Delle Piane e i produttori Giulio Cesare Senatore e Maria Paola Marletta; per il film del pomeriggio, il regista Marco Segato e il produttore Francesco Bonsembiante.

lapelledellorsoAlle 14.30, si prosegue con La Pelle dell’Orso di Marco Segato con Marco Paolini, Lucia Mascino e Paolo Pierobon.

Sono gli anni ‘50; Pietro, uscito dal carcere, è il bersaglio di una piccola comunità montana che lo considera “una bestia”.

Cercando riscatto, accetta una pericolosa scommessa con il datore di lavoro: portargli la pelle dell’orso più pericoloso della zona in cambio di una grossa cifra, oppure lavorare gratis per un anno.

Il film sarà introdotto e poi discusso con il pubblico in sala, da Gabriele Veggetti (SNCCI – gruppo Emilia Romagna / Marche) insieme con il regista e il produttore.

Tutti i filmati e le interviste della giornata realizzati dagli studenti del corso di Laurea Magistrale in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale (CITEM) dell’Università di Bologna, coordinati dal giornalista RAI Franz Giordano, saranno disponibili sulla pagina Facebook del festival nel tardo pomeriggio.

Organizzato dall’Associazione Documentaristi Emilia – Romagna (D.E-R) in collaborazione con la Direzione della Casa Circondariale Dozza di Bologna e con il Ministero della Giustizia – Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, il festival è realizzato grazie al sostegno di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, Gruppo Hera, Coop Alleanza 3.0 e Legacoop Bologna e con il supporto di Rai Cinema.

2°Cinevasioni

Festival del Cinema in Carcere

Programma mercoledì 11 ottobre 2017

Premio alla carriera a Carlo Delle Piane

Chi salverà le rose di Cesare Furesi con Carlo Delle Piane e Lando Buzzanca

La pelle dell’orso di Marco Segato

DAL 9 AL 14 OTTOBRE 2017

CASA CIRCONDARIALE DOZZA DI BOLOGNA

Per ulteriori informazioni:

www.cinevasioni.it e la pagina www.facebook.com/cinevasioni/

il trailer del festival: https://www.youtube.com/watch?v=AtnOh7SzW5M