Hiv, Sabato 21 maggio a Modena appuntamento con i Test Days

HIV, SABATO 21 MAGGIO APPUNTAMENTO CON I TEST DAYSMedici, infermieri e volontari in piazza per informare ed effettuare il test in forma anonima. Oltre 900 le persone che si sono sottoposte all’esame nelle scorse edizioni

MODENA – Sabato 21 maggio, in occasione della Notte bianca di Modena “Nessun dorma”, primo appuntamento dell’anno con Test Days Hiv. Dalle 17 alle 22 all’Informagiovani di piazza Grande 17, infermieri professionali, medici e volontari saranno disponibili per eseguire il test dell’Hiv gratuitamente e in forma anonima.

L’iniziativa è promossa da Comune di Modena, Azienda Usl, Policlinico, Arcigay e associazioni di volontariato nell’ambito della campagna di sensibilizzazione Proteggi l’amore, Aids e non solo.

“Se al livello nazionale si registra una stabilizzazione dell’infezione – spiega Cristina Mussini, direttrice della Clinica Malattie infettive dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena – i dati regionali parlano però di un picco delle nuove infezioni tra la popolazione giovane (372 i casi nuovi accertati nel 2014 a livello regionale, dopo che negli anni precedenti si era registrato un calo significativo) le cui cause sono da ricercare principalmente nei rapporti non protetti e nell’aumento della promiscuità. Le nuove diagnosi di infezione da Hiv riguardano soprattutto la popolazione maschile (79,6 per cento) nella fascia di età tra i 25 e i 40 anni, e in quasi il 50 per cento dei casi la trasmissione è avvenuta tramite rapporti omosessuali. Se infatti in passato la diffusione dell’Hiv era legata soprattutto allo scambio di siringhe infette tra assuntori di sostanze stupefacenti, da diversi anni il fattore di rischio è cambiato: l’infezione si trasmette prevalentemente nei rapporti sessuali e, oggi, soprattutto attraverso quelli tra omosessuali o attraverso rapporti promiscui. Occorre pertanto – aggiunge Mussini – lavorare per aumentare il grado di consapevolezza agendo sulla prevenzione e l’informazione soprattutto nei confronti della popolazione più a rischio e a tal fine è per noi fondamentale la collaborazione dell’Arcigay”.

“Con le stesse modalità si trasmettono anche le malattie sessualmente trasmissibili (Mst) – sottolinea Maurizio Coppini della Clinica dermatologica del Policlinico – e stiamo infatti assistendo a un aumento dei casi di sifilide, papilloma e gonorrea. Soprattutto per l’alto tasso di promiscuità senza l’uso del profilattico”.

Nelle giornate del Test days, infermieri professionali, infettivologi e dermatologi, oltre ad effettuare i test, sono disponibili per chiarire ogni dubbio sulla infezione Hiv e sull’Aids, e per fornire informazioni su prevenzione, cura e assistenza. All’interno dell’Informagiovani sarà anche disponibile materiale informativo sulle malattie che si trasmettono sessualmente e sui servizi di prevenzione, diagnosi e cura presenti a Modena e provincia.

Per effettuare il test è sufficiente presentarsi, senza prenotazione, all’Informagiovani; un infermiere eseguirà il prelievo del sangue a garanzia della privacy di chi si sottopone all’esame. La provetta sarà dotata di un codice identificativo che servirà per ritirare l’esito successivamente presso la Clinica di Malattie infettive.

Sono complessivamente 920 gli esami eseguiti dal 2013 ad oggi durante i Test days. La diagnosi precoce è fondamentale in quanto uno dei problemi più rilevanti nell’infezione da Hiv è l’individuazione della malattia in fase tardiva; una tendenza le cui ragioni sono da ricercare nella mancata percezione del rischio, nella paura dello stigma e nella difficoltà a effettuare il test negli orari del servizio.

“L’iniziativa dei Test days – afferma l’assessore a Welfare e Sanità Giuliana Urbelli – intende portare il counselling per le malattie sessualmente trasmesse e il test per l’Hiv in ambiti inconsueti, come in centro storico in occasione di manifestazioni che attirano migliaia di persone e un pubblico per lo più giovane, nel tentativo di arrivare eventualmente alla diagnosi in una fase asintomatica della malattia. L’obiettivo dell’Amministrazione comunale, sostenuto anche da un ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale lo scorso novembre, è innanzitutto quello di sensibilizzare e diffondere una corretta informazione volta a prevenire la diffusione dell’infezione Hiv e delle altre malattie sessualmente trasmissibili, con attività d’informazione ed educazione che escono dall’ambito esclusivamente sanitario ed entrano nelle scuole e nelle piazze per promuovere comportamenti sessuali più sicuri soprattutto”.

L’appuntamento con i Test days gratuiti e anonimi in piazza tornerà anche durante il Festival Filosofia, sabato 17 settembre dalle 17 alle 20, e sabato 3 dicembre, sempre dalle 17 alle 20, in occasione della Giornata per la lotta all’Aids che si celebra l’1 dicembre (per informazioni www.comune.modena.it, www.helpaids.it).