Il 18 dicembre a Rimini scatta la domenica ecologica

stemma-colori-comune-riminiRIMINI – Oggi, domenica 18 dicembre, sarà una domenica ecologica. Si tratta di una misura aggiuntiva prevista dal Piano Aria Integrato Regionale (PAIR 2020) adottato dalla Regione Emilia-Romagna e che entra in vigore automaticamente a seguito del verificarsi dello sforamento del valore del limite giornaliero di polveri sottili PM10. I rilevamenti effettuati da ARPAE hanno infatti evidenziato il superamento del valore limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo di PM10 per sette giorni consecutivi, rilevato dalla rete di monitoraggio nel territorio di Rimini. La stessa situazione, oltre che a Rimini, si è verificata anche nelle province di Piacenza e Modena. In casi come questi il Piano prevede una domenica ecologica straordinaria in tutti i Comuni che aderiscono al PAIR della provincia nella quale si sono verificati i superamenti.

“Si tratta di una misura straordinaria che scatta automaticamente così come previsto dagli accordi presi su scala regionale – sottolinea l’assessore all’ambiente Anna Montini – e che prevede altre misure aggiuntive nel caso la serie di sforamenti dovesse prolungarsi. Provvedimenti che riguardano il territorio nel suo complesso, ma che non prescindono dalla necessità di proseguire sul fronte della sensibilizzazione e di informazione per l’adozione di buone pratiche a livello individuale”.

Le limitazioni della circolazione stradale nell’area urbana del Comune di Rimini applicate dal lunedì al venerdì saranno quindi estese anche alla giornata di domenica 18 dicembre. Sono coinvolte le stesse categorie di veicoli interessate dai blocchi ordinari già in vigore nei giorni feriali: sarà quindi vietata la circolazione stradale dinamica privata dalle ore 8.30 alle ore 18.30, per autoveicoli e veicoli commerciali a benzina Euro 0 ed Euro 1; autoveicoli e veicoli commerciali diesel Euro 0, Euro 1, Euro 2 ed Euro 3; ciclomotori e motocicli Euro 0.

L’area urbana del Comune di Rimini in cui si applicano le limitazioni della circolazione è la zona urbana a mare della Strada Statale 16. Sarà garantito il transito nelle arterie di collegamento ai parcheggi di scambiamento (come piazzale Caduti di Cefalonia, Centro Ausa, Valturio, via Fantoni e parco Don Tonino Bello), alle strutture ospedaliere, di ricovero e cura, compreso l’intero asse mediano (la direttrice ‘Fila dritto’). Sono inoltre state individuate deroghe specifiche per alcune tipologie di veicoli e di utenti, come le famiglie con una fascia Isee inferiore a 14mila euro e i veicoli per l’accompagnamento degli alunni a scuola. Inoltre sono esclusi dai provvedimenti i mezzi che effettuano il car pooling, autoveicoli elettrici e ibridi e alimentati a Gas metano e GPL. Il testo integrale dell’ordinanza – che contiene nel dettaglio tutte le tipologie di autoveicoli ai quali si applicano le limitazioni alla circolazione, i veicoli e le categorie oggetto di deroga, nonché i tratti di strada esclusi dalle limitazioni – è consultabile sui siti internet www.comune.rimini.it, www.riminiambiente.it o www.liberiamolaria.it.