Il 16 febbraio a Rimini prende avvio “FRONTESPIZIO piccola rassegna di libri nuovi “

Giovedì’ alle ore 17.30 primo appuntamento nella Sala degli Arazzi del Museo della Città “Luigi Tonini”

15x21cm cartolina - fronte)RIMINI – Come la prima pagina interna, che di un libro fornisce gli elementi essenziali e sostanziali, questa rassegna vuole accompagnare i lettori davanti alla porta di ingresso di nuovi testi.
L’etimo della parola Frontespizio (dal tardo latino frontispicium, composta di frons, frontis ‘fronte’ e del tema di specĕre ‘guardare’), evoca l’atto di guardare un volto, che restituisce la conoscenza delle principali espressioni e dei caratteri peculiari di una persona.
Anche queste presentazioni ci faranno incontrare il volto di un libro e insieme quello del suo autore. Presentare equivale anche a declinare al presente, al qui e ora, gli infiniti argomenti legati all’arte della scrittura.
La presenza in sala dell’autore è dunque un’occasione per collocare il pubblico in una inedita postazione, aggiuntiva rispetto alla lettura del libro. Conoscere le premesse dalle quali quel testo nasce, gli intenti dai cui lo scrittore è partito per costruirne l’impalcatura, offre un importante arricchimento di senso.
15x21cm cartolina - retroQuando si diffuse il termine italiano “Frontespizio”, agli inizi del XVII secolo, le pagine di apertura di un libro contenevano, oltre ai nomi e ai titoli, anche un’architettura di immagini: colonne e timpani, figure allegoriche e oggetti simbolici erano disegnati e incisi a decorazione e viatico di quelle porte d’ingresso al testo.

Gli incontri con l’autore, a ingresso libero, si terranno nella Sala degli Arazzi del Museo della Città “Luigi Tonini” ogni giovedì a partire dal 16 febbraio alle ore 17.30.

Inaugura la rassegna “Noa” di Stefano Andrini

Info. 0541/704416 – 793851