Il 10 ottobre “Ferrara per…Un Calcio al Terremoto”

Il triangolare benefico è in programma lunedì prossimo alle ore 18.00 allo stadio Mazza

locandina A3

FERRARA – E davvero l’unica partita dove l’unico risultato utile è quella della solidarietà concreta: si giocherà lunedì 10 ottobre allo stadio “Mazza” (a Ferrara a partire dalle ore 18.00) il triangolare benefico “Ferrara per…Un Calcio al Terremoto” – i cui incassi saranno devoluti a favore delle popolazioni del Centro Italia colpite dal sisma del 24 agosto. I biglietti al costo ciascuno di 5 Euro saranno in vendita ai botteghini del Mazza il giorno stesso della partita. La prevendita sarà disponibile da giovedì 6 presso la sede Ascom Ferrara ed in alcune attività del centro storico.

L’ evento, vede capofila ed organizzatore la Nazionale Italiana Ristoratori (NIR) in collaborazione con la SPAL e con il patrocinio del Comune di Ferrara e di Ascom Confcommercio, tutti impegnati a realizzare un pomeriggio di solidarietà aperto all’intera città.

” Con questo evento – apre la conferenza di lunedì 3 ottobre nella sala degli Arazzi il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani (affiancato dall’assessore allo Sport Simone Merli) – vogliamo continuare a testimoniare la nostra vicinanza alle popolazioni colpite dal tragico sisma che ha colpito meravigliosi borghi del Centro Italia e i destini di tante famiglie.La nostra terra conosce il dolore e lo sgomento provocato dalla furia devastante della natura, pertanto l’amministrazione non può che sostenere e prendere parte a tutte quelle iniziative di solidarietà che potranno contribuire ad offrire gli aiuti necessari. Ringrazio tutte le persone che hanno reso possibile l’iniziativa : coloro che hanno collaborato in modo fattivo, coloro che scenderanno in campo e , soprattutto, chi acquistera’ il biglietto di ingresso per un obiettivo comune: far del bene ed aiutare. Confidiamo nel grande cuore dei ferraresi – conclude il primo cittadino – che sanno donare affetto e sostegno”.

conferenzastampa_3ottobreAd affrontarsi tre formazioni (con partite di 30 minuti ciascuna): le Vecchie Glorie della SPAL (in pratica la squadra che negli anni ’90 calcò i campi di serie B con i miti spallini Labardi, Mangoni, Messersì, Servidei, Zamuner) contrapposta al team della Nazionale Italiana Ristoratori (con rappresentanti delle più prestigiose realtà ristorative italiane dal San Domenico di Imola, al Pescatore di Canneto sull’Oglio, all’Enoteca Pinchiorri di Firenze) e con un terzo “incomodo” calcistico l’ All Stars Team composto da personaggio sportivi e televisivi: al momento hanno confermato Leonardo Semplici e Davide Vagnati (rispettivamente allenatore e direttore sportivo della Spal), i campioni del nuoto Mirko di Tora, Marco Orsi, Fabio Scozzoli ed ancora ex giocatori della serie A da Paramatti a Binotto.

A tirare le fila della partita benefica è Francesco Gardinali, ristoratore e rappresentante della NIR che entra nel merito del progetto: “Come Nazionale Ristoratori siamo nati nel 2000 ed ogni anno insieme ai colleghi ristoratori organizziamo una serie di incontri a favore di eventi dal forte impatto sociale. In definitiva cerchiamo con una partita far convergere il nostro impegno e la nostra solidarietà concreti dimostrando così che il mondo della ristorazione sia attento e sensibile a quanto accade intorno ad esso”

“Come sistema Confcommercio – aggiunge Giulio Felloni presidente provinciale di Ascom con al fianco il direttore generale Davide Urban – proseguiamo il nostro lavoro a fianco dei colleghi e delle imprese delle zone del centro Italia così come abbiamo fatto a poche ore dal sisma devolvendo il 5% dell’incasso del sabato immediatamente successivo a quel tragico evento. Invito tutti nostri associati ad intervenire e a far sentire forte il cuore della nostra città. Ascom è presente e c’è al fianco di quanto devono superare questo difficile momento. Questa partita vuole essere un momento positivo e per ridare fiducia nel futuro e perché la ricostruzione avvenga il prima possibile”.

E’ al patron della SPAL Simone Colombarini – impossibilitato a partecipare alla conferenza – ha voluto dichiarare a latere: “L’iniziativa è arrivata dalla Federazione Nazionale dei Ristoratori, che voleva organizzare tale evento in estate prima dell’inizio del campionato. Ma i lavori allo Stadio ‘Mazza’ hanno rinviato la data. Con grande piacere siamo stati coinvolti nell’iniziativa, che si fonda sulla beneficenza a favore delle popolazioni colpite dal sisma lo scorso 24 agosto, in particolare per la comunità di Amatrice. SPAL partecipa non solamente mettendo a disposizione l’impianto di gioco, ma anche sostenendo la gara, divenendone partner. La dirigenza sarà presente, me compreso. Guarderò la partita, saluterò tutti i presenti e parteciperò alla cena benefica della sera. In campo, invece, valuterò la giornata stessa, ma nell’eventualità sarò a disposizione per giocare qualche minuto insieme alla squadra di All Stars”.

 

All’appuntamento con la stampa hanno poi partecipato il presidente della Spal Walter Mattioli “siamo contenti di contribuire a questa iniziativa e speriamo che la città risponda con entusiasmo che caratterizza Ferrara” ha detto il presidente ed il direttore sportivo Davide Vagnati.

Un evento con una lunga lista di sponsors: Acqua Panna e S.Pellegrino; Nespresso; Tommasi Viticoltori dal 1902; Vetroresina; Alberto Monti Due emme immobiliare; Sacchi Tartufi; Le primizie di Selecta; Sintexcal Spa; TXT; Centro Scarpa Dalla Villa; Pirola-Pennuto-Zei & Associati; Metalcastello; Pilastrini – idee e design

Nel post partita la cena di gala benefica (negli imbarcaderi del Castello Estense) con ai fornelli quattro chef prestigiosi (Grazia Soncini – La Capanna di Eraclio – Codigoro), Massimiliano Mascia (San Domenico – Imola), Matteo Morandi (Hosteria Giusti – Modena) e Giancarlo Perbellini (Casa Perbellini – Verona). Per info sull’evento e la cena di gala Francesco Gardinali (cell.335.6804392).